08 gennaio 2010

Ragioniamo.....

Stamattina sono un tantino arrabbiata.

Gran parte della mia clientela viene da me per rinnovare il suo oro vecchio,fa fondere l'oro che è nei cassetti,quello inutilizzato e ne ricava un lavoro nuovo più moderno e portabile rispetto a vecchi e consumati gioielli che non sfrutta più.

***

Questo significa che il mio rapporto con la clientela è più simile a quello che ha la sarta che confeziona abiti su misura che non il negoziante che vende al dettaglio.
Capisco quindi il cliente che fa fatica a capire come risulterà il suo anello non potendolo vedere concretamente,cerco di aiutarlo tenendo una piccola campionatura di anelli pronti (una ventina tra quelli in oro e argento) una vasta collezione di foto cartacee,cataloghi e giornali del settore e una miriade di foto digitali al pc che scorrono di continuo.

***

Nonostante questo mio continuo sforzo (ho un'archivio di foto di 20 anni di lavoro!!!)sembra che io non riesca mai a soddisfare le aspettative della gente che evidentemente si una sua immagine mentale che non coincide con le foto e il materiale che sottopongo.

***

Inoltre ritengo che siamo immersi in un mondo del "tutto e subito" che non ci aiuta a saper aspettare e immaginare qualcosa che "deve divenire".


***
Questo continua fatica mi crea una profonda frustrazione ,ritengo di fare il possibile per spiegarmi,intendrmi e far capire ,per questo spendo anche diverso tempo nel primo incontro (con qualche cliente può passare anche un'ora)poi sono disponibile nel realizzare anche disegni e schizzi apposta per quella persona ed infine arrivo anche a realizzare la cera dell'oggetto .




***
la cera non è altro che l'ultimo passo prima della fusione definitiva è come aver fatto l'oggetto a metà.

***

Tutto questo .....tutto....la gran parte delle volte senza chiedere un'acconto!!!

***


Evidentemente sono stupida.
***
Perché c'è sempre qualcuno che beatamente torna per riprendersi il suo oro.


***
E...."grazie ed arrivederci" se ne .
***
Ma questo mi fa meno arrabbiare di quando mi dicono.
***
"Mha.!.....pensavo di spendere meno.!!...se questo è il preventivo allora mi conviene comprarmi un'anello già pronto!"
***

RAGIONIAMO!!!

Ragioniamo facendo anche i prezzi ,perché no!

Partiamo da un'anello semplice in oro da 6 grammi senza pietre.

Il costo del mio lavoro per un'anello così è di 170 euro,in verità non ha importanza quanto oro il cliente mi porta il prezzo per me non cambia che siano 6 grammi o 10 sempre 170 euro sono.


Chi segue il blog già quanto tempo ci vuole per arrivare ad un oggetto finito.

Andiamo in rete e vediamo cosa costa un'anello di 6 grammi circa in oro senza pietre:



Questi anelli sono di un marchio famoso traforati ma non leggerissimi il primo pesa 6,7 grammi e costa 379 euro per 56,57 euro al grammo.


Il secondo ha un prezzo interessante ,pesa 6,5 grammi e costa 289 euro quindi al grammo sono 44.46 euro.



Vi sembra tanto???



Sono prezzi normalissimi ,onesti inclusi di IVA mancano solo le spese di spedizione che io non ho considerato perché voglio fare un'esempio come se il cliente si recasse all'oreficeria del suo paese.



Mi sembra che 170 euro non siano così tanti,ed è impossibile acquistare un'anello di 6 grammi a questo prezzo se la media di vendita oggi come oggi è di 45-50 euro al grammo.
***
E' chiaro che se un cliente mi porta due grammi non potrò fare un'anellone e di conseguenza il costo della mia manifattura sarà più basso,per una fede chiedo 70 euro di lavoro e una fede può pesare dai 3 ai 6-7 grammi.



Ma poi....................


POI.......................

I miei anelli sono fatti a mano ,il più delle volte sono pezzi unici che on riprodurrò mai più o se riproduco la quantità è così limitata che possono dirsi "rari".

***

Vorrei aggiungere infine che pure io pago l'IVA e le mie tasse sul lavoro.

***

Sono stanca di sentirmi dire che quasi quasi vale la pena comprarlo pronto un pezzo d'oreficeria,significa non essersi minimamente informati ,cercare di fare la cresta sul prezzo prima ancora d'essere finito e offendere la mia intelligenza ed il mio lavoro.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Lo sfogo è finito e concludo con una carrellata di anelli fatti con oro di clienti intelligenti che hanno saputo darmi fiducia!!!

2007

2008

2009

12 commenti:

marilena ha detto...

Ciao Elena!
capisco benissimo quello che provi, anche se non ho a che fare con clienti non so quanto riuscirei a resistere.
Per fortuna la tua esperienza ti permette di essere in grado di aiutare o andare in contro a tutte le richieste ma qualche volta verrebbe voglia di non lavore su commissione..
Io da cliente pagherei quello che ci vuole per avere un anello unico, fatto apposta per me.
E poi vuoi mettere la fortuna di poter parlare a quattrocchi con chi ti sta creando l'oggetto..mha..non tutti lo capiscono!
Spero che la tua prossima cliente ti tiri su di morale!! ;)

ah sai che ancora non ho capito dove hai il laboratorio..

Baci e buon lavoro ♥ mary

Elena ha detto...

Ciao Marilena
Buon Anno!!
Ti sei pappata il mio sfogo.....ora che l'ho scritto lasciato sedimentare e riletto mi sembra lungo.
Non è da me prendermela troppo ma oggi,sarà il tempo,sarà il personaggio che mi è capitato proprio non riuscivo a farmela passare scrivere quello che penso in proposito mi ha aiutata.
E anche il tuo commento aiuta a ricordarmi che non tutti sono così!!
per fortuna!!!

Il laboratorio è a Fiume Veneto in Friuli,è un piccolo paese ed e' un picolo laboratorio.....

Prossimamente ho in programma un viaggio a vicenza...chissà....
Baci

marilena ha detto...

Buon Anno anche a te!!
Gli sfoghi servono a questo..tranquilla.
Ah se passi a Vicenza ti consiglio durante la fiera dell'Oro, che dici?? :)

Un bacio a presto!

Scarabocchio ha detto...

Sintetizzando superficialmente, questa storia mi riporta in mente un paragone banale, che prende un pò alla larga il problema, ma che un pò ci stà!
E' un pò come quella mia esperienza di mercatino: nessuno se ne fregava della storiella del "pezzo unico", o del "fatto a mano"!
La parola d'ordine era "non mi frega se acquisto roba dozzinale e di scarsa qualità: l'importante è che pago pochissimo e me ne torno a casa con la borsa piena di schifose cianfrusaglie!!!
E così il mio snobbatissimo banchetto veniva battuto 10 a 1 da quello dei vucumprà che offrivano tavolate di "monnezza" in cui scartabellare, rovistare, pescare...
La colpa non è della crisi economica a cui spesso tendiamo ad attribuire insuccessi, insoddisfazioni e privazioni!
La colpa è del mancato buon senso di chi compra, dell'ignoranza, della superficialità, e questo purtroppo è un discorso generico che non ha a che fare solo col mio o col tuo settore...
Che amarezza!!! :(

Elena ha detto...

Marilena°°°

Volevo proprio evitare la fiera dell'oro!!!
heheheheeehhhee
Se mi fiondo in fiera non esco più e spendo soldi,meglio andare da fornitori (per lavoro) e amici (per svago) in un periodo dell'anno dove non c'è traffico e la mia attenzione non è distratta dai cumuli di ori e pietre che presentano gli stends!!
;-)
Ma ...mai dire mai.....se accadrà ti faccio certamente sapere.

Scara°°°

Hai ragione su tutto il fronte.
Ed è vero che alla fine resti amareggiata da questi comportamenti.
Io mi metto sempre in discussione e mi domando se pure io assumo questo tipo d'attegiamento in maniea inconsapevole,ma proprio non mi pare.
Oggi è venuto il tecnico della caldaia,il controllo è obbligatorio e lo debbo fare ogni anno,ho pagato sull'unghia 132,00 euro lui ha lavorato un'oretta,pulito e controllato i fumi.
Mi fido dell'azienda,del personale e non sono stata lì a discutere la fattura,non me lo pongo neppure come problema.Forse potrei spendere qualche euro di meno e cercare una azienda che lavora in maniera meno scrupolosa e si fa pagare meno.
Poi posso anche decidere di comprare un paio di scarponcini per 15,00 euro scontatissimi,sò che dureranno poco e non me ne importa.Se voglio gli scarponcini da 200,00 me li compro quando potrò o vorrò.
Insomma tutti possono comprare e spendere come possono o vogliono ma non posso accettare certi discorsi come quello di questa mattina.
Sono ,come dici tu,superficiali fanno pensare che le persone muovono prima la lingua del cervello e non capisco ....vengono con le loro gambe da me !Non cerco di attirare la loro attenzione ,sono oltretutto in un posto un pò difficile da trovare quindi presumo che uno ci abbia rifletutto prima di venire fin qui.
Non è come al mercatino,pure io ho avuto la tua esperienza ai mercatini e posso capire che davanti al banchetto passa di tutto ,gente intelligente,stramba,interessata,curiosa,stupida,superficiale o ammirata.
Ma se acegli ed entri in un laboratorio cosa ti aspetti??
.........
non sò che dire .......

cassandrina ha detto...

A mio giudizio porsi con troppa disponibilità diventa controproducente, il cliente non si sente più impegnato e ritiene l'impegno dell'artigiano a prescindere.
Quando io lavoro illustro e faccio vedere ogni cosa, il passo successivo è sempre un preventivo, il più contenuto possibile ma chiaro e comprensivo di tutto.
Tu sei un'artista bravissima, ci hai fatto vedere lavori splendidi, sei appassionata e fantasiosa, paziente e mi sembra proprio tu sia anche più che onesta.
Non vedo una sola ragione per la quale il tuo lavoro e il tuo tempo debbano essere sminuiti, neanche un po'!

Elena ha detto...

Cassandrina°°°

E hai ragione!!
Voglio raccogliere il tuo commento al post come una leggiera bacchettata sulle dita come quella che mi ha dato una persona a me cara.
:-)
Nel momento che mi rendo disponibile a realizzare anche la cera.....a quel punto o "sganciano" la caparra e mi fanno capire che c'è dell'intenzione oppure devo mandare un chiaro segnale di saluto senza preoccupazioni.
Il mio dovere l'ho fatto fino in fondo e in maniera chiara.
Spetta a me ricordarmelo sempre e non arrabbiarmi più per certe frasi.
Grazie!
Sfogarsi ogni tanto aiuta anche a sentire pareri e commenti che fanno riflettere.

cristine ha detto...

Ciao Elena, tantissimo tempo che nn ci incontriamo nel blog ma eccomi qui!!!
In relazione al tuo sfogo, sono pienamente d'accordo con Cassandrina,sei troppo disponibile.
Sei non sei tu a dar valore al tuo tempo e a quello che fa la gente non lo fa per te, devi essere tu a muoverti nei confronti del cliente ipotetico con enorme sicurezza e professionalmente, fare un preventivo e chiedere un acconto devi farlo come se fosse sempre stato così e farlo diventare sempre così, perderai in prima battuta quelli che nn sono seri ma guadagnerai in tempo e professionalità. SE TU CAMBI LORO CAMBIANO.
un bacio grande e buon anno
cristine

Elena ha detto...

Cristine°°°
Baci baci baci,è veramente tanto che non ci sentiamo!
Il momento e lo sfogo sono passati,perfortuna,e sicuramente tutto fa esperienza e non mi farò certo più infinocchiare.
;-)
Anche sentire le vostre voci mi ha fatto bene ,un'iniezione di autostima e di vitamine che manco ve en rendete conto!!!
Un'altro bacio grosso.
Elena

Caracol ha detto...

Come ti capisco......

Anni fa anch'io avevo un laboratorio orafo tutto mio, era il mio sogno, creare con le mie mani...e la mia testa!!!

La creatività era al primo posto per me ...ma vista la difficoltà da parte delle persone a capire in che cosa si trattava ciò che io offrivo, mi sono ritrovata....prosciugata e demotivata....

E allora ho cambiato strada...
ci ho messo tanti anni, ma adesso è tutto diverso, faccio quello che mi piace e piano piano, le mie cose stanno diventando riconoscibili e le persone mi cercano per il mio disegno...piano piano sto ottenendo quello che ho cercato per tanto tempo (ho ancora tanta strada da fare, ma sono piena di entusiasmo.....)che penso sia quello che cerchi anche tu: rispetto, dignità,riconoscimento delle proprie capacità e attitudini....

Ti dico tutto questo perché tu sappia usare l'energia che hai messo nello sfogo sacrosanto, nel trovare una tua strada per "importi" perché è un delitto che tanto talento vada sprecato dietro a persone ...."ignoranti" nel senso che ignorano il valore di un oggetto creato con le mani e scaturito da un pensiero che è unico e per questo inestimabile....

Dai non arrenderti...non lasciare che chi non capisce l'abbia vinta...datti da fare e ingloba la tua energia creativa in qualcosa di tuo, solo tuo...vedrai che prima o poi ti sarà riconosciuto....

un abbraccio
Eleonora

Lady Cocca ha detto...

Ciao Elena!
So che sono un po' in ritardo per commentare questo post, ma ho scoperto il tuo blog solo ora.. :)
Il problema è che la gente non capisce che dietro a un oggetto finito c'è il lavoro di una persona, la quale mette a disposizione il proprio tempo, il proprio denaro (perchè c'è anche quello!) e la propria passione per soddisfare i desideri di qualcuno..
Io coltivo solo una hobby, e non un vero e proprio lavoro come il tuo, ma la situazione è la stessa..
Dobbiamo solo sperare di incontrare clienti più attenti e "intelligenti", come dici tu..
Comunque, complimenti davvero per il tuo lavoro!
Lady

Elena ha detto...

Lady Cocca

Non si è mai in ritardo per dire la propria opinione.....e poi ,come vedi,io leggo e pubblico tutto anche commenti a post vecchissimi.
;-)

Lasciando gli sfoghi alle spalle ,BENVEUTA!!!
Verrò a visitare il tuo blog e a ricambiare la visita.

LinkWithin

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin