27 luglio 2008

Ordinario.....

In laboratorio c'è il lavoro artistico e il lavoro ordinario.Tutti i giorni mi fanno visita clienti con i più svariati problemi e solo un 10% ha desiderio di realizzare il pezzo unico il resto 90% ha la necessità di aggiustare un'anello antico,allargare una fede divenuta stretta rimontare una pietra caduta.Questo post l'ho pensato per farvi vedere una giornata tipo che può capitarmi in laboratorio.
1)Questa è una Ametista lucidata a burato,semplicemente un sassolino lucido che la cliente ha avuto in regalo.Non è un pezzo prezioso ma il valore simbolico ha più importanza del valore commerciale,quindi con un pò d'oro ho ingabbiato in maniera semplice.
2)Anche qui la cliente aveva due Quarzi Citrino di forma a mezzaluna,disgraziatamente piuttosto diversi in dimensioni,in altezza,e pure il colore non era identico.La difficoltà stava nel realizzare un castone leggero per non appesantire e nascondere un pò le troppe differenze di dimensione.Il tutto andava montata degli orecchini già in possesso della cliente........ufff... ce l'ho fatta alla fine!!
3)Questa è la classica riparazione ,una catena da saldare.Ma...saldare una catena vuota di 1.5 gr di peso è una vera impresa, un grammo e mezzo...tenuta in mano non si sente da quanto è leggera.
La fiamma deve passare dolcemente ma nello stesso tempo deve raggiungere i 1065° per fondere un pezzettino mignon di saldatura.Spesso il punto di saldatura si nota in questo caso..provate a trovarlo!!!

5 commenti:

Holler ha detto...

Che bel Post!
Un piccolo frammento della vita di un orafo!:)
Direi proprio che tutto è riuscito a meraviglia...Il lavoro sui quarzi è davvero bello e quello dell'ametista è davvero un gioiello da portare sempre!:)

Elena ha detto...

Grazie holler......sempre troppo buono con me!!
Il lavoro con i quarzi in effetti, anche se complicato perchè con troppe diversità tra le due pietre mi ha dato soddisfazione.
Devo dire che imparare a riparare è stata una scuola formidabile per poter affrontare molte delle problematiche che la costruzione di un gioiello ti pone.
Fondamentale è stata la preparazione di due anni che ho avuto in un piccolo laboratorio in veneto prima di decidere di mettermi in proprio.

Scarabocchio ha detto...

STRA - ordinario, direi!!!
;)

Anna ha detto...

Bello questo resoconto di una giornata "ordinaria" (a me sembra già straordinaria,figurati!).
Il montaggio dell'ametista mi piace molto. Adoro le pietre, ancor di più nella loro forma originaria (diciamo, "di ritrovamento", senza ulteriori lavorazioni) e i minerali nelle loro stupefacenti cristallizzazioni.

Elena ha detto...

;-)
Anche a me piacciono le pietre nella loro forma e natura originali.
I geodi,con tutti i loro cristalli sfacettati sono straordinari e ti pare di sentie tutti i milioni di anni che contengono.
In labortatorio ne ho di belli....preparerò un post con alcuni dei più carini.

LinkWithin

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin