06 luglio 2007

AMBRA

Piccola foca in Ambra, salva in un'isola di pietra dura e persa in un mare di tessuto!!!

Cominciamo il nostro viaggio tra le pietre preziose e semipreziose con l'Ambra. Già chiamarla pietra....non è corretto.
Infatti l'Ambra è una "resina fossile" dai latini denominata succinum=succo degli alberi.
70 milioni di anni fa le resine che colarono da grandi foreste di conifere furono sommerse,imprigionate e imponenti movimenti tellurici provocarono un lungo processo di fossilizazione.
Nonostante si sia indurita ,una volta estratta, la sua consistenza non è durissima.Con l'unghia si scalfigge ,a stento,ma si graffia!
Non è raro trovare al suo interno sostanze organiche,muschi,pezzi di foglie,piccoli insetti che accidentalmente caddero e si inglobarono al suo interno. Questa sua caratteristica la rende ancora più affascinante,oltre al suo caratteristico colore giallo oro,caramello o color tè.
Di colorazioni se ne trova una vastissima gamma dal rosso granato, nero,giallo-vinato, bianco-sporco..............

Giacimenti:
Vediamo dove comprare Ambra se in viaggio vi dicono che in tal luogo se ne produce tanta......
Celebri sono i giacimenti del Mar Baltico e lungo i mari della Germania.
Si trova Ambra anche in Olanda ,Russia,Canada,Messico e Santo Domingo.
Il mio consiglio resta sempre lo stesso : non spendete troppo,il valore dell'ambra và a peso,molto dipende anche dalla colorazione e se poi ha delle inclusioni i pezzi possono raggiungere prezzi elevati,perchè assumono il carattere di ricercata rarità.
Meglio non rischiare troppo dunque,visto che magari a Santo Domingo non ci tornerete mai in vita!!!

Come riconoscere un falso:
Difficilissimo!!!
In quanto esistono molte sostanze naturali e sintetiche,resine naturali e non che a volte imitano anche il caratteristico profumo di resina.
Più facile distinguerla da sostanze vetrose convenientemente colorate.
L'ambra ha una densità poco superiore all'acqua quindi affonda lentamente in un bicchiere d'acqua.
Ha un caratteristico profumo di resina se riscaldata cosa che le materie plastiche non hanno.
Si scalfigge con un unghia in quanto non è molto dura ed inoltre:
NESSUNO VE LA REGALA SE é AUTENTICA!!!!!

Ecco qui sotto un'esempio d'inclusione con mosca.....giurassica!!! :-)




C'è da dire molto di più, aneddoti ,curiosità ed altro ,ma non posso allungare troppo questo post.
Se avete domande o curiosità non mi dispiacerà essere disturbata anche via e-mail:
elenaclaudio@tin.it
Chiedete ,chiedete pure, io non sono una gemmologa ma ho sempre studiato da autodidatta ed ho 4 TOMI da consultare per voi!!! Inoltre l'esperienza non è proprio acqua fresca!!! :-))

Se volete vedere qualche oggetto realizzato da me in Ambra cliccate e scorrete la pagina qui




Anche in questa pagina troverete,scorrendola,orecchini e collana in Ambra.




Posted by Picasa

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Io so che quando sfreghi l' ambra su un maglione di lana l' ambra si eletrizza e riesce ad attirare foglie secche o pagliuzze.
E' vero?

Daniele 94

Elena ha detto...

E bravo Daniele!!!
E' proprio così.
Infati questa proprietà era nota fin dall'antichità e l'Ambra veniva anche chiamata : élektron
:-)

Scarabocchio ha detto...

Wow, che articolo professionale!
Godibilissimo!
Non vedo l'ora di leggere i prossimi!

Professoressa Elena, i miei omaggi!

Elena ha detto...

Fiuuuu.....speravo che risultasse piacevole da leggere!
Non è facile quando si raccontano queste cose un pò tecniche........ma vedo che la classe è attenta!!
:-P

kira ha detto...

mhh... bene, comincio ad immagazzinare dati, grazie per la spiegazione ^_^
p.s. belli gli orecchini in ambra della parure! *_*

Elena ha detto...

*_* Grazie Kira.
Sono felice che di tanto in tanto vieni a curiosare,faccio lo stesso con te!!!

LinkWithin

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin