02 settembre 2009

Gomma siliconica per anelli

Di alcuni anelli ho la necessità di riprodurli più volte perchè il modello si presta a varianti interessanti o perchè sono piuttosto comuni e non ha senso ripetere tutte le volte il pezzo come fosse sempre un pezzo unico.

Allora utilizzo delle gomme siliconiche per realizzare degli stampi.
Questi due anelli arrivano dallo stesso stampo in uno ho incassato un diamantino piccino a "grane" mentre nell'altro ho saldato un grosso castone per una grossa pietra.
Entrambi in Oro Bianco ma se volessi potrei realizzarli anche in Oro Giallo o in Argento.

Questa è l'immagine di una gomma siliconica a freddo molto ben eseguita,le mie sono un po meno d'effetto esteticamente ma sono perfette per quanto riguarda lo stampo.
La gomma siliconica è un prodotto liquido o in pasta che vulcanizza a freddo mediante un catalizzatore, dal quale si ottengono composti stabili, dotati di elevata elasticita.

Grazie alle loro peculiari caratteristiche, le gomme siliconiche offrono dei grandi vantaggi nella costruzione di stampi, specialmente nel settore artistico, dell'oggettistica, del restauro e scenografia dove, in alcuni casi, si rivelano veramente insostituibili.

Una delle proprietà fondamentali di queste gomme é l'eccellente effetto anti aderente nei confronti dei materiali cui vanno a contatto. Ciò significa che non aderiscono al modello sul quale sono state applicate, e a loro volta, non vi aderiscono i vari materiali che si colano nello stampo. Quindi non occorre alcun trattamento distaccante, sia sul modello che nello stampo. Le gomme siliconiche hanno inoltre un'ottima fedeltà di riproduzione sin nei minimi dettagli, e una buona stabilità dimensionale. La loro elasticità e resistenza alla lacerazione consentono di sformare agevolmente anche oggetti con forte sottosquadro, rilievi pronunciati e intagli particolareggiati.

Foto della gomma Tratta dal sito di Luigi Dal Trozzo
Spiegazioni tecniche tratte dal sito di  Prochima


9 commenti:

Scarabocchio ha detto...

I N T E R E S S A N T I S S I M U S !

Quindi questa gomma siliconica dovrebbe essere perfetta anche per le mie "pastine"?
La si trova in confezioni piccole, diciamo di tipo "per principiante"?

Elena ha detto...

Scara:
Ogni tanto mi ci provo con le spiegazioni tecniche.
Per rispondere alla tua domanda.....con le gomme siliconiche a freddo non ci sarebbe problema ,potresti realizzare uno stampo delle tue cose il problema è che poi per ottenere gli stampi avresti bisogno dell'inietore di cera......
http://www.mdpl.it/catalogo.asp?scat=39&cat=86
Oppure dovrei farteli io......
sono disponibilissima ma diciamo che diventa complicato da gestire a casa come hobbista.
;-)

Felcidia ha detto...

Ciao!
Il tuo commento mi ha fatto molto piacere, i tuoi lavori sono molto belli e i tuoi tutorial mi interessano moltissimo.

Ho ordinato qualche giorno fa la gomma siliconica della prochima, sono molto curiosa di provarla. Ho trovato solo la confezione da mezzo chilo, è proprio tanta, spero di trovarmi bene.
Anche io avevo una mezza idea di usarla per il fimo!

Elena ha detto...

Felcidia....
Ti auguro buon lavoro!
Fammi sapere come vanno le prove ,scrivimi anche al mio indirizzo mail ,perchè io quella a freddo l'ho abbadonata da tempo preferendo quella a caldo che vado a fare da una mia collega che ha il vulcnizzatore ed è molto pratica.
Io ho provato marche diverse ma credo che tutte si equivalgono.
;-)

Elena ha detto...

Per Anna:
Forse ti ho disincentivata ma non volevo anche perchè certe gomme come questa:
http://www.prochima.it/pages/gls_50.htm
dovrebbere essere ideali per piccoli lavori a fimo ,spero che Felcidia ci tenga aggiornate sui suoi maneggiamenti.
:-D

Scarabocchio ha detto...

Elena no problem!
Lo sai, sono rarissimi i casi di cui mi avvalgo di stampi (tipo le faccine, ricordi?)!
Ma mi interessa sempre comunque sapere che tipi di materiali posso sperimentare per ogni evenienza!
Aspetto dunque la recensione di Felcidia, che ringrazio anticipatamente!

:)

Felcidia ha detto...

Finalmente la mia gomma siliconica è arrivata!
Ho preso il tipo plasmabile, risulta come una pasta molto morbida; trovo molto comodo che si possa plasmare sopra l'oggetto a piacimento.
dato che ancora non ho una bilancia di precisione ho dovuto mescolare la pasta e il catalizzatore ad occhio, ed è venuta un po' appiccicosa, ma si è asciugata perfettamente dopo pochi minuti.
ho fatto una texure da provare sul fimo, ed è venuta perfetta, non si appicca, non ho nemmeno dovuto usare il talco!

Elena ha detto...

Felcidia....
Che portento che sei!!
Come dici fai!
Devi assolutamente fare quattro foto e pubblicarle nel tuo blog verremo a vedere i tuoi esperimenti.
Un'applauso per l'intrapendenza!
;-)

Felcidia ha detto...

grazie Elena! ;)
Ho seguito il tuo consiglio e ho scritto un breve articolo!

LinkWithin

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin