21 novembre 2010

Opale di Fuoco

 Già di per se l'Opale è una pietra insolita che da noi in Italia viene poco venduta,cercata,comprata ed aprezzata ed ancora pochi tra i pochi conoscono questa varietà di Opale.
L'opale di fuoco.
L'opale è un minerale amorfo (silice idrata: SiO2·nH2O), ha un colore variabile dal trasparente al bianco latte, con una infinità di differenti intermedi (verde, rosso, giallo marrone nero). Il contenuto in acqua può arrivare fino al 20%. La formazione dell'opale avviene mediante lento deposito geologico di un gel colloidale di silice a bassa temperatura.

Esso comprende molte varietà fra cui l'opale comune, l'opale nobile, l'opale nera, l'opale d'acqua , l'opale di fuoco, l'opale xiloide e la ialite.
La parola opale ha radice comune nel Sanscrito upala, nel Greco opallios e nel latino opalus (con significato di pietra preziosa). I giacimenti maggiori si trovano in Messico, Galles e Australia.
L'opalescenza, il gioco di colori e di luce presentato dai campioni di opale, è dovuta ad effetti di interferenza ed alla diffrazione della luce causata a sua volta dalla regolare disposizione delle sferette di silice le quali si dispongono in una forma impaccata, regolare e tridimensionale; è simile quindi alla disposizione dei cristalli.
Un riscaldamento di campioni di opale può causarne la disidratazione e, pertanto, la perdita dell'effetto di opalescenza. Una parziale reidratazione è ottenibile con prolungata immersione dei campioni danneggiati in acqua.

Le pietre qui mostrate sono a disposizione nel mio laboratorio per chi volesse ammirarle,per chi volesse avere informazioni  scrivete a elenaclaudio@tin.it

15 novembre 2010

Un "Tocco" universitario

Alle prese con un'altra miniatura.......questa volta di "tocco" universitario.
Le richieste sono sempre tantissime...ma non crediate che le accolga tutte con entusiasmo,alcune mi stuzzicano altre no,certe sono eccessivamente complicate o pretenziose.
Generalmente poi sono richieste di oggettini che debbono avere un costo contenuto e quindi devo valutare se tutto il lavoro vale la candela.
Per questo oggettino ad  esempio non varrebbe la pena perdere tante ore di lavoro,ma ho ritenuto possa essere d'interesse ad altre persone.
Quindi ringrazio chi mi ha dato la possibilità di realizzare questo cappellino universitario.
Come vedete dalle foto (ingrandite l'immagine cliccandoci sopra) prima ho preparato il prototipo in cera poi....ricevuto l'ok della committente ho proceduto a fondere e realizzare  la gomma. 


Quindi di questo Mini-Tocco posso riprodurne finché ne vorrò,per poter dar modo a un'esercito di mini-universitari di lanciarlo in aria il giorno della loro mini -laurea .
Notate che c'è la possibilità anche d'incidere le iniziali di chi regala o di chi riceve il dono,che altro dire?
Il berrettino è in Argento 925 millesimi. Le misure massime sono di 2 cm x 2 cm

10 novembre 2010

Puzzle ing-yang

Puzzle pendenti per fidanzati od amici che  racchiude più significati e simbologie.
Ho atteso molto prima di pubblicare questo post ma nel blog dedicato solo ai Puzzle già c'è da tempo.
Una versione di cui vado veramente orgogliosa.
A lanciarmi l'idea è stato il cliente, la sfida era riuscire a dare il "nero" al pezzo di puzzle scuro.
Doveva essere un nero compatto non macchiato.
L'ossidatura classica non funzionava allo scopo ,dopo svariati tentativi con i miei acidi di laboratorio ho scoperto che un collega aveva il Rodio Scuro.
Ecco il risultato.
Un tocco in più i due zirconi bianco sulla tessera scura e blu-notte in quello chiaro . 
Il concetto di Yin (/jin/) e Yang (/jang/) ha origine dall'antica filosofia cinese, molto probabilmente dall'osservazione del giorno che si tramuta in notte e della notte che si tramuta in giorno o dalle osservazioni e riflessioni che Lao-Tsu faceva nei confronti del fuoco, notandone il colore, il calore, la luce e la propensione della fiamma di svilupparsi verso l'alto. Da qui tutta la classificazione in "Yin" e "Yang" anche di ogni fenomeno naturale (es. il fuoco è caldo, emette luce, sale verso il cielo quindi Yang). Questa è una concezione presente nelle due religioni propriamente cinesi: Taoismo e Confucianesimo.
.................................Per altro e tanto ancora vi rimando a Wikipedia dove ho raccolto le mie informaziomi
Devo ringraziare Anna (Scarabocchio) che ha collaborato per la scenografia delle fotografie .
I Puzzle bianchi e viola che si vedono nello sfondo sono una sua produzione con una macchinetta diavolesca di quele che ha lei per chi ne volesse sapere e vedere di più invito ad andare a curiosare nel suo blog.

05 novembre 2010

Spilla con Giada

 Sempre per lavorare con la grafica e soddisfare le mie insegnanti con la realizzazione delle lezioni ho utilizzato questa volta l'immagine di una spilla in Giada realizzata un'anno fa verso Natale.
Ma prima vi faccio vedere la spilla non troppo elaborata dalla grafica e solo alla fine vedrete la mia lezzioncina.
La Spilla in Giada Verde l'ho realizzata in oro giallo ce con il verde rende molto bene,peccato aver incastonato dei semplici zirconi che secondo me sminuiscono il valore della Giada.
In Cina la giada è molto considerata tanto da essere utilizzata come regalo di fidanzamento.
Per le donne, erano i braccialetti a riempire in gran parte i loro portagioie. I braccialetti in giada ricevuti in regalo in occasione del fidanzamento o del matrimonio erano preziosi proprio come lo sono oggi gli anelli di diamanti. I cinesi antichi descrivevano un matrimonio felice come un «matrimonio d’oro e di giada».
Ho avuto occasione di vedere alcuni lavori orientali in giada e pietre preziose e ne sono rimasta incantata.
 

Secondo un antico proverbio cinese «l’oro ha un prezzo ma la giada non ne ha», questo, almeno a livello tecnico, non è esatto. Nella letteratura cinese tradizionale, l’oro e la giada sono spesso menzionati insieme e sono considerati simboli di ricchezza. Anche oggi, il prezzo della giada di buona qualità non vale di meno di un pezzo d’oro dello stesso peso.

LinkWithin

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin